Il Forum di johnkennedy.it Il forum sull'assassinio di John Fitzgerald Kennedy

PROCESSO A LEE HARVEY OSWALD

  • Posts
  • OFFLINE
    Stefano F.
    Post: 461
    Registered in: 11/21/2002
    Veterano
    00 8/3/2005 3:56 PM
    TERZA E ULTIMA PARTE. R.PAINE.

    SPENCE
    Signora Paine / E' ovvio che il mio
    cliente / non è in grado difendersi /
    Lo capisce, vero?

    PAINE
    Sì.

    SPENCE
    Si rende conto di.. aver.. / potuto
    dire / delle cose che a me / sono sem-
    brate decisamente / delle cose.. poco carine sul
    conto / di Lee Oswald / E lui non può / lui non
    può più risponderle / Lo capisce, signora?/
    Lo capisce?

    PAINE
    Continui.

    SPENCE
    Vorrei chiederle: / che cosa pensa /co-
    sa pensa che Lee avrebbe detto..
    ...a sua discolpa – lei lo conosceva, vero?
    / lo conosceva bene / meglio di chiunque al-
    tro - / se lei gli avesse detto / se.. lo
    avesse accusato di non essere affidabile?/ Cosa
    le avrebbe risposto?

    PAINE
    Signor Spence, io../ io posso / capire i suoi sen-
    timenti...

    SPENCE
    No, la prego. Le ho fatto una domanda
    pretendo una risposta. E' un controinterrogatorio,
    signora Paine. Cosa.. pensa che avrebbe detto?/
    Se lei lo avesse accusato, se lei gli avesse
    detto in faccia...

    PAINE
    Io penso..// (VERSO)

    SPENCE
    "Non sei affidabile"/ Cosa pensa le avrebbe
    risposto?

    PAINE
    Penso che si sarebbe arrabbiato / e penso che
    non avrebbe risposto.

    SPENCE
    Cosa pensa che... Lee avrebbe detto per
    difendere sé stesso / se lei gli avesse detto:/
    "Tu non mantieni adeguatamente tua moglie"?


    PAINE
    Be', probabilmente avrebbe detto di avere poco de-
    naro.

    SPENCE
    Non crede che avrebbe detto: "Mi dispiace,
    Io faccio tutto quello che posso / e ti ringrazio
    di ospitare..mia moglie da te".

    PAINE
    (RISOLINO) / Lui non mi disse mai una cosa
    simile, però io penso.. / ecco.. / anche se non
    lo diceva / era felice che sua moglie abitasse da
    me... fino alla nascita del loro bambino.

    SPENCE
    Che cosa pensa che avrebbe detto../ ahm
    ../ lei, se non sbaglio, ha affermato che lui /
    che lui non si occupava a dovere della sua fami-
    glia.

    PAINE
    Credo che lui mi avrebbe.. / vista come nemi-
    ca.. se glielo avessi detto. j


    SPENCE
    E non è../ non è queSta la verità, signora
    Lui. .. ^s

    PAINE
    Come?

    SPENCE
    .. non le era simpatico, vero?

    PAINE
    Non mi era simpatico, comunque non lo
    trattavo male.

    SPENCE
    Però non le era molto simpatico.

    PAINE
    No, non mi era molto simpatico.

    SPENCE
    Mi risulta che lei aveva. . /qualche proble-
    ma con suo marito, in quel periodo.

    PAINE
    Già. Eravamo separati.

    SPENCE
    Ah, ecco...

    PAINE
    .. stavo per avere il divorzio.

    SPENCE
    Quindi all'epoca lei era separata /
    in attesa del divorzio / e Lee e sua moglie
    avevano dei problemi, è esatto?

    PAINE
    Sì.

    SPENCE
    Sbaglio se dico che lei vedeva le cose
    dal "suo" punto di vista e da quello della signo-
    ra Oswald e non /da quello di Lee?

    PAINE
    E' chiaro che parlassi con / Marina.. dei pro-
    blemi del loro matrimonio e non con Lee.

    SPENCE
    Adesso io vorrei.. non le dispia-
    ce se ,io / se le faccio qualche / domanda perso-
    nale riguardo / al suo / interesse per la
    Russia, vero?

    PAINE
    No.

    SPENCE
    Io credo che lei non sia/ una agente della..
    / della C.I.A.. Vero?

    PAINE
    (RIDACCHIA) No.

    SPENCE
    Vedo che sta ridendo.

    PAINE
    Sì, certo.

    SPENCE
    Lei non è / una agente del K.G.B., vero?

    PAINE
    No

    SPENCE
    E adesso non ride?

    PAINE
    Be', lei..mi ha schernita perché ridevo, perciò
    mi sono trattenuta.

    SPENCE
    No, non volevo schernirla volevo sape-
    re se lei trovava la mia.. domanda divertente?

    PAINE
    No

    SPENCE
    Lei.. ha studiato il russo?

    PAINE


    SPENCE
    Quando ha cominciato a studiare / il russo?

    PAINE
    Credo che cominciai nel. .’57 /Stavo
    lavorando con un gruppo di /giovani quaccheri /
    che si occupavano di scambi culturali.

    SPENCE
    E fu per un caso, per una coincidenza
    che scelse il russo, e non scelse un'altra lin-
    gua? / Fu una coincidenza? ^

    PAINE
    No, non fu una coincidenza. Le ho detto che
    lo scelsi perché /ritenevo fosse importante comuni-
    care...

    SPENCE
    Vedo...

    PAINE
    ...e tra i nostri due paesi in particolare. Quel-
    lo.. / quello era.. il periodo della "Guerra Fred-
    da", quindi...

    SPENCE
    Bene, ho capito /Ed è so-
    lo una coincidenza se lei / fece... / amicizia /
    con.. la.. moglie dell'uomo che poi venne accusa-
    to / dell'assassinio del nostro / Presiden-
    te? / Anche questa è una coincidenza non è così?

    PAINE
    Be’, sì

    SPENCE
    Sì/ Ed è una coincidenza che fu lei.. signo-
    ra...

    PAINE
    Paine.


    SPENCE
    Paine.

    PAINE


    SPENCE
    Grazie/ che fu lei a consigliare
    Oswald di chiedere lavoro al Deposito di Testi
    Scolastici del Texas?

    PAINE
    Sì, credo che si trattò di una coincidenza.

    SPENCE
    Ed è una coincidenza che la presunta ar-
    ma del delitto fosse nascosta nella sua casa? //
    E' una coincidenza, vero?

    PAINE
    Cosa intende con "coincidenza"?

    SPENCE
    E' qualcosa che accade. Vedo che molte cose stra-
    ne.. sono successe, e tutte accanto a lei/
    Queste sono "coincidenze" /Lei consegnó..
    all'F.B.I. una lettera / che pare fosse stata
    scritta da Lee all'Ambasciata Sovietica
    non é così?

    PAINE
    Quella era la mala copia di una lettera che Lee
    lasciò sul mio scrittoio e che mi fece arrabbiare
    molto, perché erano scritte un sacco.. di bugie.


    SPENCE
    Vedo.. / Lee lasciò...

    PAINE
    Aveva usato la mia macchina e questo mi offese
    molto (RISOLINO)


    SPENCE
    Lei.. /si offese perché ave-
    scritto bugie con la sua macchina?/ Ho capito.

    PAINE
    Aveva mentito usando la mia macchina, esat-
    to? / Non so a chi avesse scritto, la lettera
    iniziava così: "Egregi Signori".

    SPENCE
    Lee lasciò la lettera sul suo scrittoio?

    PAINE
    Sì, sul mio scrittoio. Non so perché l’abbia
    lasciata là.

    SPENCE
    Non crede..

    PAINE
    ..mi sembrò strano, come il fatto delle luci acce-
    se nel garage / Perciò io..

    SPENCE
    Signora, aspetti un momento. Parlere-
    mo del garage tra poco, d’accordo? // Ora,si-
    gnora Paine, vorrei dirle una cosa / lo le ho par-
    lato di mere coincidenze / ma lei capisce
    che...

    PAINE
    Potrei essere accusata di favoreg-
    giamento, immagino.

    SPENCE
    Sì. Quando le faccio certe domande in
    un certo modo il pubblico.. potrebbe trarne / del-
    le conclusioni che lei considera errate.

    PAINE
    Sì, è vero.

    SPENCE
    Perciò ora lei può comprendere / come si sentireb-
    be Lee/ se fosse qui e dovesse difendersi/
    sentendola fare le affermazioni che
    ha fatto su di lui / Lui potrebbe risponder-
    le / solamente / che lei in realtá lo ha frequen-
    tato / solo per poco tempo/Si rende conto
    di questo?

    PAINE
    Per.. tornare al discorso di pri-
    ma, cioè a come lui../ si sentirebbe, e che tipo/
    che genere di persona fosse, io ritengo che
    storicamente../ parlando / sia importante / che
    / la gente capisca che Lee era una persona molto
    comune/ che una..

    SPENCE
    Be’…

    PAINE
    ..persona / può uccidere il Presidente / senza
    essere una,persona particolare o sospetta.

    SPENCE
    Scusi, vorrei farle una domanda ^/ E' per
    caso sua intenzione tentare di / difende-
    re quest'uomo / o mi sbaglio?

    PAINE
    Voglio dare un quadro completo..

    SPENCE
    Bene

    PAINE
    Credo sia molto importante…

    SPENCE
    Sì, sono d'accordo.

    PAINE
    ..per la storia, dare un quadro completo di quel-
    l'uomo.

    SPENCE
    Bene, Lei non vide Lee nel suo garage,
    vero?

    PAINE
    Prego?

    SPENCE
    Lei non vide Lee nel sul garage, vero?

    PAINE
    Non quella sera. No.

    SPENCE
    E quando dice che Lee lasciò le luci accese
    .. / lei esprime una.. sua supposizione, non
    è così?

    PAINE
    (VERSO)

    SPENCE
    Risponda, la prego.

    PAINE
    Sì. Io../ io non..

    SPENCE
    Dica...

    PAINE
    ...non ero stata e non pensavo fosse stata Marina.
    Era molto attenta.

    SPENCE
    Senta.. / se qualcuno /avesse
    voluto entrare nel garage / qualsiasi persona /
    anche uno scassinatore dilettante sarebbe entrato
    facilmente. Non trova?

    PAINE
    (RIDENDO) Avrei sentito il rumore.

    SPENCE
    Lei era dall'altra parte della casa..

    PAINE
    Nella stanza da letto / ma
    avrei sentito il rumore.


    SPENCE
    Facciamo una cosa: prima di tutto stabilia-
    mo ciò che lei sa, ciò che ha ipotizzato, e ciò
    che lei non sa..

    PAINE
    Va bene / Mm mm...

    SPENCE
    .. e ciò che lei ha pensato / Per prima co-
    sa, lei non sapeva che in casa sua ci fosse
    un fucile. Vero?

    PAINE
    Non ho mai visto un fucile.

    SPENCE
    Lei non sa / se Lee Oswald / o chiunque al-
    tro / portò via il fucile da casa sua, vero?

    PAINE
    Non me ne sono mai accorta, no.

    SPENCE
    Lei non sa se fu Lee ad accendere la luce /
    Vero?

    PAINE
    E’ soltanto una mia supposizione.

    SPENCE
    Grazie / Senta?// (FC) Lee.. lasciò a Marina /
    l'anello matrimoniale.

    PAINE
    Sì.

    SPENCE
    Talvolta ciò accade / quando due coniugi
    /decidono di separarsi, vero?

    PAINE
    Già.

    SPENCE
    Può darsi che il marito / quando è fini-
    ta, o dopo una .. litigata con la moglie / le di-
    ca “ Me ne vado, piccola" / Questo
    succede qualche volta, vero?

    PAINE
    Può succedere.

    SPENCE
    Quindi / questo non significa /Vado a ucci-
    dere il Presidente, piccola".

    PAINE
    No.

    SPENCE
    Senta.. / signora Paine../ricorderà cer-
    to di avere / di aver parlato con Lee quando lui
    era in carcere non è così?

    PAINE
    Al telefono, due volte/ Beh..

    SPENCE •
    Lui le chiese di aiutarlo, vero?

    PAINE
    Mi diede il nome di un avvocato e il suo numero
    telefonico.

    SPENCE
    Aveva bisogno di qualcuno che lo assi-
    stesse.

    PAINE
    Esatto. Gli dissi che...

    SPENCE
    che ne aveva il diritto, vero?

    PAINE
    Sì, doveva essere difeso da un legale.

    SPENCE
    E, dica.. / fu sorpresa del fatto che parlan-
    do con lei Oswald proclamasse la sua / asso-
    luta innocenza?

    PAINE
    Non mi disse di essere innocente . Questo
    che mi..sorprese maggiormente fu che.. lui.. lui
    mi chiedesse di fargli / il favore di chiamare
    un avvocato.

    SPENCE
    Le sembra tanto strano che le chiedesse di chiama-
    re un avvocato? // E' vero che lei
    disse alla Commissione Warren di essere /ri-
    masta colpita dalla calma di Oswald e dalla sua
    assoluta certezza../ lui era perfettamente
    sicuro / di poter provare la sua
    innocenza

    PAINE
    Potrebbe leggere / le parole
    che dissi esattamente.?

    SPENCE
    Sì, con piacere // "Io fui molto irri-
    tata poiché /sembrava così indifferente
    a quello /che era successo, così per-
    fettamente sicu.. - così perfettamente sicuro del-
    la sua innocenza, se vogliamo”

    PAINE


    SPENCE
    Però gli dissi / che avrei telefonato". Lei
    fece la telefonata?

    PAINE
    Sì provai a telefonare.

    SPENCE
    E lui sembrava "perfettamente sicuro"
    della sua innocenza?

    PAINE
    Sembrava che la fine tragica / del nostro Presi-
    dente... non lo avesse colpito / non lo avesse tur-
    bato.. e mi irritò l'indifferenza che sentii/
    nella sua voce. Come se niente fosse suc-
    cesso./ Vede, lui..

    SPENCE
    Sembrava../ perfettamente sicuro della sua
    innocenza. Non è così?

    PAINE
    Sembrava.. / distaccato.

    SPENCE
    Signora.. / per quale motivo non vuole
    guardare i componenti della giuria e dire loro /
    con semplicità, chiarezza
    ed onestà / "Sembrava sicuro della sua inno-
    cenza"/ E' la verità, no?

    PAINE
    Questo non è / non è il concetto
    che volevo esprimere alla giuria. ..\

    SPENCE
    Grazie

    PAINE
    Io tentavo / di spiegare che lui sembrava / indif-
    ferente / all'assassinio / che era
    stato commesso / Ecco come Oswald mi sembrò..

    SPENCE
    Le sembrò / calmo?

    PAINE


    SPENCE
    Le sembrò fiducioso?


    PAINE
    Be', non direi. No. // Era piuttosto /
    irritato quella sera quando chiamò chiedendo di
    Marina e non la trovò.

    SPENCE
    Non era in casa.. /Pensa che un uomo in pri-
    gione, accusato...

    PAINE
    Certo.

    SPENCE
    ... di aver ucciso il Presidente /
    un uomo innocente / che non può uscire dal carce-
    re / che è stato picchiato dalla polizia /
    che non riesce a parlare con moglie lei non pensa che sentirsi..

    PAINE
    Sicuro

    SPENCE
    ... un po' / irritato. // Grazie, Signora./
    Paine.

    GIUDICE
    Tante grazie, signora Paine, può ritirarsi

    PAINE
    Grazie.

    FINE TESTIMONE DELL’ACCUSA R.PAINE(193/227)
    Stefano
  • OFFLINE
    Diego Verdegiglio
    Post: 913
    Registered in: 11/18/2002
    Veterano
    00 8/3/2005 11:43 PM
    Spence ce la mette proprio tutta, ma non riesce, con una difesa così "emotiva" a far cadere in contraddizione la teste. Ottima come sempre la Sua trascrizione. DV
    Diego Verdegiglio
  • OFFLINE
    Stefano F.
    Post: 462
    Registered in: 11/21/2002
    Veterano
    00 8/4/2005 12:30 AM
    La difesa di Spence, ecco un punto da evidenziare. Accoglierei volentieri un commento dai giuristi del forum ma, per quanto conosco, la professione di avvocato in USA è molto teatrale perché punta a influenzare la giuria. Spence, fino a questo processo- pur con le sue uniche peculiarità - non aveva perso una causa da tempo.
    Stefano
  • OFFLINE
    Federico Ferrero
    Post: 494
    Registered in: 11/17/2002
    Veterano
    00 8/5/2005 4:47 PM
    Purtroppo non si può fare un parallelo tra un sistema giuridico basato sul civil law e uno basato sul common law. Comunque sì, per noi certe difese "da film" possono sembrare di cattivo gusto, teatrali, pacchiane, però in effetti il ruolo dell'avvocato negli Stati Uniti è (anche) quello di persuadere i giurati facendo leva su argomenti non strettamente inerenti la fattispecie di reato.

    Le uniche possibilità di Oswald, fosse sopravvissuto all'attentato di Ruby, sarebbero state legate all'inammissibilità di alcune prove. Ma qualunque verdetto fosse emerso dal processo Oswald la fiumana dietrologico-complottista avrebbe fatto il suo corso: così come l'ha fatto con Ruby, sopravvissuto, così come l'ha fatto con Sirhan, sopravvissuto. Il fatto che l'assassino di Kennedy sia morto nell'immediatezza dei fatti non cambia niente: se anche si fosse fatto convincere a confessare, come l'omicida di Bob, qualcuno avrebbe detto che era innocente.
    Federico Ferrero
  • OFFLINE
    Diego Verdegiglio
    Post: 915
    Registered in: 11/18/2002
    Veterano
    00 8/5/2005 5:17 PM
    Mi sono convinto anch'io di questo. DV
    Diego Verdegiglio
  • OFFLINE
    carmelo pugliatti
    Post: 655
    Registered in: 12/17/2002
    Veterano
    00 8/6/2005 3:34 AM
    Non c è dubbio.Anche se fosse stato reo confesso.Purtroppo.... la madre dei cretini è sempre incinta.
    carmelo pugliatti
  • OFFLINE
    Diego Verdegiglio
    Post: 922
    Registered in: 11/18/2002
    Veterano
    00 8/8/2005 1:11 PM
    Stia attento, caro Pugliatti, con queste affermazioni. Rischia "l'ira funesta" di chi non intende veder citare qui dentro la propria genitrice...
    Diego Verdegiglio
  • OFFLINE
    Robbym
    Post: 11
    Registered in: 2/23/2005
    Novizio
    00 8/9/2005 1:55 PM
    Quoto integralmente quanto postato dal Collega Ferrero in termini di parallelo tra gli Stati di common law e quelli di civil law.

    Posso solo dirvi che è da molto tempo che negli Stati di Civil Law si sta tentando di avviare i procedimenti, perlomeno quelli penali (che si basano ancora sull'ars oratoria ciceroniana), verso una componente "teatrale" simil-comon law, ma la molteplicità dei giuristi contemporanei ritiene completamente inutile concedere ai legali la possibilità di utilizzare le proprie capacità oratorie per convincere la magistartura delle proprie asserzioni. Qui da noi vige sempre più profondamente il brocardo "verba volant scripta manent".

    [Modificato da Robbym 09/08/2005 13.56]

    Roberto Admin. di

  • OFFLINE
    !presidente!
    Post: 54
    Registered in: 5/27/2005
    Novizio
    00 8/12/2005 6:57 PM
    Ho sempre sostenuto che se Oswald non fosse stato ucciso, in un processo con lui presente riuscire a condannarlo sarebbe stato più difficile di quello che si pensa, poichè, soprattutto nell'omicidio Tippit, mi era sembrato che le prove fossero un pò confusionarie (vedi alcune testimonianze). Comunque, mi pare che Spence abbia fatto il suo dovere torchiando la Sig. Paine: io pensavo che quest'ultima sapesse molto di più di quello che ha fatto credere (e su ciò ho avuto anche uno scambio di battute animate con il Dott. Verdegiglio). Si trattava, però, di una mia sensazione,che non può essere suffragata da prove certe.
  • OFFLINE
    interista8
    Post: 83
    Registered in: 5/30/2003
    Novizio
    00 8/16/2005 11:25 PM
    libro su Ruth Paine
    Chi vuole saperne di piu' su Ruth Paine trovera' molto interessante il libro di Thomas Mallon "Mrs Paine's Garage and the Murder of J.F.Kennedy".
    A me e' piaciuto molto. http://www.biagioprivitera.it/Kennedy-bookA05.htm

    E giudico totalmente infondata qualunque illazione su un possibile coinvolgimento della Paine.

    saluti a tutti
    Biagio
3